UNESCOOrganizzazione e attivitàStoriaDecadi e giornateLista patrimoniAttualità








  
Toscana

Il centro storico di Siena - Siena sorge nel cuore di un paesaggio celebre nel mondo per la sua bellezza, integro e ricco di monumenti e opere d’arte, che ha conservato l’aspetto soprattutto gotico, del periodo di massimo splendore della città. Centro della vita cittadine era la piazza del Campo, risistemata nel XIV secolo e teatro del celebre Palio, il Palazzo Pubblico ospita alcune delle più importanti testimonianze figurative del XIV secolo. Come in pittura così in architettura le forme decorative ed eleganti delle strutture e degli elementi scultorei del Duomo e del Battistero caratterizzano in un’accezione del tutto particolare l’arte senese.

Anno di iscrizione:1995 - Criteri: C (i) (ii) (iv)
Giustificazione: Il comitato ha deciso di iscrivere tale luogo sulla base dei criteri C (i) (ii) (iv) considerando che Siena è una straordinaria città medioevale che ha che ha conservato le sue caratteristiche e qualità. La città è un capolavoro di dedizione e inventiva in cui gli edifici sono stati disegnati per essere adattati all'intero disegno della struttura urbana e, inoltre, per formare un tutt'uno con il circostante paesaggio culturale.

  

Il centro storico di San Gimignano - La città, sorta nel X secolo lungo la via che metteva in comunicazione l’Europa occidentale con Roma, deve la sua espansione alla favorevole posizione geografica. Le ricche famiglie di mercanti si facevano innalzare imponenti torri, delle 72 fatte edificare in quel periodo 14 si possono ancora oggi ammirare. Il centro medioevale del borgo antico vive intorno alle due piazze della Cisterna e del Duomo; qui, nel Palazzo del Popolo hanno sede il comune e i musei civici. Nel corso del XV secolo le maggiori imprese decorative vennero affidate ad artisti di Firenze, alla quale San Gimignano si era sottomessa, tra i quali Benozzo Bozzoli e Ghirlandaio.

Anno di iscrizione:1990 - Criteri: C (i) (iii) (iv)
Giustificazione: Criterio (i): rappresenta un capolavoro del genio creativo umano. Criterio (iii): porta una testimonianza unica o per lo meno eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà esistente o del passato. Criterio (iv): è un eccezionale esempio di un tipo di costruzione o di complesso architettonico o tecnologico o paesaggistico che sia testimonianza di importanti tappe della storia umana.
 

La piazza e il duomo di Pisa - La piazza dei miracoli con il Duomo, il battistero e la torre pendente, pur essendo stati edificati in tempi differenti presentano un’omogeneità stilistica tale da qualificare il complesso come paradigma romanico pisano, che fuse armoniosamente i motivi di ispirazione classica, paleocristiana, lombarda e orientale ed esercitò un notevole influsso in Toscane nelle isole tirreniche. Il monumento più antico è in Duomo, opera del geniale architetto Buschetto nel 1118, su ispirazione di questo fu innalzato nel 1152 il Battistero. Poi venne costruita la celeberrima Torre, che sin dall’inizio ad inclinarsi, ancora oggi sono in corso ricerche per trovare una soluzione.

Anno di iscrizione:1987 - Criteri: C (i) (ii) (iv) (vi)
Giustificazione: Criterio (i): rappresenta un capolavoro del genio creativo umano. Criterio (ii): mostra un importante scambio di valori umani, in un periodo o in un'area culturale del mondo, negli sviluppi dell'architettura e delle tecnologie, dell'arte monumentale, urbanistica o paesaggistica. Criterio (iv): è un eccezionale esempio di un tipo di costruzione o di complesso architettonico o tecnologico o paesaggistico che sia testimonianza di importanti tappe della storia umana. Criterio (vi): è direttamente o materialmente legato ad eventi o tradizioni in vita, con idee, con credi, con lavori artistici o letterari d'eccezionale valore universale (il comitato ritiene che questo criterio giustificherebbe l'inclusione nelle liste soltanto in circostanze eccezionali congiuntamente ad altri criteri culturali o naturali)