UNESCOOrganizzazione e attivitàStoriaDecadi e giornateLista patrimoniAttualità








  
Sicilia

Area archeologica di Agrigento - Fondata come colonia greca nel VI sec a.C., Agrigento si è trasformata in una delle principali città del mondo mediterraneo. La città si estendeva su una vasta area, conosciuta con il nome Valle dei Templi per il numero di importanti edifici religiosi che ospita. Le rovine più importanti risalgono all’epoca di Terone (480 a.C.), come ad esempio il celebre tempio di Giove Olimpico, il tempio di Giunone Lacinia. Di grande suggestione sono anche i due templi di Ercole e Di oscuri e i resti del quartiere ellenistico-romanico, che documentano la ricchezza e lo sviluppo culturale della città fino al IV sec d.C.

Anno di iscrizione: 1997 - Criteri: C (i) (ii) (iii) (iv)
Giustificazione: Il Comitato ha deciso di inserire l'area sulla base dei criteri (i) (ii) (iii) (iv) ritenendo che Agrigento è stata una delle più grandi città dell'area del Mediterraneo, e si è conservata intatta in condizioni eccezionali. Il complesso dei templi dorici è uno dei principali esempi dell'arte e della cultura greca.


  

La villa del Casale di Piazza Armerina - La struttura della grande e lussuosa villa romana testimonia, oltre alle modalità di vita, gli scambi culturali che caratterizzavano il bacino del Mediterraneo, nonché il complesso sistema economico dell’epoca. L’insieme di edifici copre un’estensione di circa 4500 metri quadrati, può essere diviso in quattro gruppi di sale ed è arricchito da un complesso termale completo di Frigidarium,tepidarium e palestra, e da un piccolo santuario. Il grande peristilio ospita una fontana monumentale e costituisce il centro della villa. Di grande valore i mosaici pavimentali di epoca imperiale che possono essere attribuiti a due maestri dell’Africa del Nord in considerazione dello stile e della tipologia dei soggetti rappresentati.

Anno di iscrizione: 1997 - Criteri: C (i) (ii) (iii)
Giustificazione: Il comitato ha deciso di inserire la località sulla base dei criteri (i) (ii) (iii), ritenendo che la Villa del Casale di Piazza Armerina sia un sublime esempio di lussuosa villa romana, che illustra graficamente la prevalenza delle strutture sociali ed economiche del suo tempo. I mosaici che la decorano sono eccezionali per la loro qualità artistica e la novità dell'ampiezza. Il Comitato ha chiesto che lo Stato Parte stili un rapporto sulla conservazione e gestione del luogo ed in particolare chiede un monitoraggio delle condizioni climatiche nelle strutture che lo proteggono e il loro impatto sui reperti archeologici.