UNESCOOrganizzazione e attivitàStoriaDecadi e giornateLista patrimoniAttualità









ATTUALITÀ E NOTIZIE SULL’ATTIVITÀ DELL’UNESCO - Archivio 2006


Il Direttore Generale condanna l'assassinio del membro della troupe televisiva Atwar Bahjat, Adnan Khairallah and Khaled Mohsen, avvenuto in Iraq
28-02-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-13)
Il Direttore Generale dell'UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha oggi condannato l'assassinio di tre membri della troupe televisiva di Al Arabiya television, avvenuto a Samarra (Iraq) il 22 febbraio scorso.

Il Direttore Generale condanna la distruzione del tempio Ali al-Hadi di Samarra (Iraq)
23-02-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-12)
Il Direttore Generale dell'UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha dato voce allo sdegno e alla preoccupazione sollevati dalla devastazione della cupola d'oro del tempio Imam Ali al-Hadi, situato nel nord dell'Iraq presso la città di Samarra, e la consistente perdita di vite umane seguite alla violenza dell'evento. Il Direttore Matsuura ha anche deprecato pubblicamente la distruzione di dozzine di moschee sunnite e chiese cristiane nel Paese, definendo tutto ciò inaccettabile; ha quindi fatto appello alle parti in cause di cessare la violenza, ricvolgendosi direttamente ai capi delle autorità religiose oltre che alle autorità di governo, sottolineando la necessità del rispetto di tutti i luoghi di culto e dei rispettivi fedeli in tutto il Paese.

Presso l'UNESCO si terrà un Dibattito Internazionale sulla schiavitù ed il traffico di schiavi
22-02-2006 - (Media Advisory N°2006-11)
Come mantenere vivo il ricordo della schiavità e delle antiche tratte di schiavi è una delle questioni all'ordine del giorno per il dibattito tra esperti internazionali e giornalisti presso l'UNESCO.
Gli esperti chiamati in qualità di relatori sono membri della nuova Commissione scientifica dell'UNESCO del Progetto Slave Route: tale progetto amplierà il suo scopo al fine di includere una più vasto spettro di aree geografiche e temi legati alla schiavitù (impatto psicologico della schiavitù, lotta contro i pregiudizi razziali e contro la discriminatione).
Gli esperti infatti provengono da diversi luoghi interessati dal fenomeno in tutti i continenti, Africa, le Americhe, i Caraibi, l'Europa, l'Oceano Indiano, il Mondo Arabo e l'Asia. Apertosi nel 1994 a Ouidah, Benin, il Progetto Slave Route focalizza la sua attenzione su diversi programmi: ricerca scientifica, insegnamento, promozione delle culture e tutela dei "luoghi della memoria". L'obiettivo finale del progetto è quello di aumentare la consapevolezza in tutto il mondo di deprecabili pagine nere ella storia umana, che hanno "lasciato un impatto negativo sulla geografia e l'economia di aree del mondo", come sottolineato del Direttore Generale dell'UNESCO, Koïchiro Matsuura, durante l'inaugurazione dell'Anno Internazionale per la commemorazione della lotta contro la schiavitù e la sua abolizione, nel 2004.
L'incontro tra esperti e giornalisti farà seguito ai lavori della Commissione, durante i quali gli esperti esamineranno anche lo stato dell'arte della ricerca internazionale sui vari traffici di persone umane. Il commercio di schiavi e la schiavitù sono stati internazionalmente riconosciuti come crimini contro l'umanità durante la Conferenza Mondiale contro il Razzismo, tenutasi a Durban nel 2001.

Il Direttore Generale condanna l'uccisione dei giornalisti ecuadoregni José Luis León Desiderio e Saúl Suárez Sandoval
21-02-2006 - (Press Release N°2006-11)
Il Direttore Generale dell'UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha oggi condannato l'assassinio del giornalista radio José Luis León Desiderio e del fotografo freelance Saúl Suárez Sandoval, entrambi uccisi con arma da fuoco nella città di Guayaquil, nel sud-ovest dell'Ecuador, rispettivamente il 13 e 14 febbraio scorso. 

L'UNESCO ed il Perù firmano un accordo per la creazione di un Centro per il Patrimonio Immateriale
20-02-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-10)
Il Direttore Generale dell'UNESCO, Koichiro Matsuura, ed il Ministro per le Relazioni Internazionali del Perù, Oscar Maúrtua de Romaña, firmeranno alle ore 12.00 del 22 febbraio, presso la sede dell'Organizzazione, un accordo mirante alla creazione del Centro Regionale per la Tutela del Patrimonio Immateriale dell'America Latina (CRESPIAL) con sede a Cusco, Perú. 

Il Secondo Rapporto ONU su Acqua e Sviluppo sarà reso pubblico il 9 marzo in Messico
20-02-2006 - (Media Advisory N°2006-09)
Limitazioni ai diritti politici e alle libertà civili, corruzione e lente riforme stanno attualmente incrementando la crisi internazionale dell'acqua e risorse idriche, secondo il secondo rapporto ONU su Acqua  Sviluppo: quest'ultimo rapporto rappresenta il più completo aggiornamento sulla situazione dell'acqua dolce nel mondo. Intitolato “Acqua: una responssabilità condivisa", il rapporto sarà illustrato in Messico il 9 marzo da parte di Gordon Young, Coordinatore del Programma Mondiale ONU per la valutazione delle risorse idriche (WWAP) e da Cristóbal Jaime Jáquez, Direttore Generale della Commissione Nazionale delle risorse Idriche del Messico.
La conferenza stampa avrà luogo alle 11 a.m. presso il Centro di Informazione delle Nazioni Unite di Città del Messico.
Partendo dalle conclusioni del primo Rapporto Mondiale dell'ONU sul tema pubblicato nel 2003, la nuova edizione mostra che la crisi planetaria delle risorse idriche rispecchia una parallela crisi nei sistemi di governance che “stabiliscono chi ottiene le risorse idriche, le modalità e la tempistica, e che decidono chi abbia il diritto di accedere alle risorse idriche e ai servizi annessi”. Il rapporto presenta una dettagliata immagine di tute le regioni principali e della maggioranza degli Stati del mondo, ed individua i successi ottenuti all'interno degli obiettivi prefissati dagli UN Millenium Development Goals. Nel rapporto viene esaminata una serie di questioni chiave legate all'argomento, quali il tasso di crescita della popolazione e l'aumento dell'urbanizzazione, il costante cambiamento degli ecosistemi, la produzione alimentare, la salute, l'industrializzazione e le fonti di energia così come il sistema di gestione del rischio, la valutazione ed il costo delle risorse idriche e le ultime conoscenze acquisite. Sono stati rtedatti 17 casi di studio relativi alle sfide poste dall'approvvigionamento delle risorse idriche: questi studi forniscono un importante punto di vista globale di rilievo sulle diverse sfaccettature della crisi idrica e delle possibili responsabilità e soluzioni gestionali.
In definitiva, il rapporto rassegna una serie di conclusioni e raccomandazioni per l'azione futura, incoraggiando ed incentivando l'utilizzo sostenibile dell'acqua, la produzione e la gestione accurata delle riserve di acqua dolce.
Il presente rapporto viene redatto con cadenza triennale e rappresenta il lavoro congiunto di ben 24 agenzie ONU in collaborazione con i governi nazionali ed i relativi stakeholders coinvolti in loco nella gestione e risparmio delle risorse idriche.

Tasse per l'istruzione ridotte per gli studenti Palestinesi in difficoltà economica
17-02-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-10)
Oltre 19,000 studenti Palestinesi beneficeranno per il presente semestre di una riduzione del 75% circa delle tasse relative all'istruzione, grazie ad un progetto promosso dall'UNESCO che prevedeva l'assistenza per gli studenti dei Territori Palestinesi, finanziato dalla Commissione Saudita per l'Aiuto al Popolo Palestinese.

Giornata Mondiale per la Lingua Madre
14-02-2006 - (Media Advisory N°2006-08)
In occasione della sesta Giornata Mondiale per la Lingua Madre, che si celebrerà il 21 febbraio, l'UNESCO sta organizzando una conferenza sulla diversità linguistica. Tra i Partecipanti vi saranno: Vigdís Finnbogadóttir, ex Presidente della Repubblica di Isalnda ed Ambasciatore dell'Organizzazione, Adama Samassekou, Presidente dell'Accademia Africana delle Lingue, Vittorio Bo, Presidente del Codice (Italia) e Daniel Prado, Direttore del Terminology and Language Industries Department per l'Unione Latina. 

L’UNESCO e l’Università di Torino lanciano un programma di borse di studio per studenti iracheni
09-02-2006 12:00 - (Media Advisory N°2006-07)
In occasione dei Giochi Olimpici Invernali e seguendo l’antico spirito della Tregua Olimpica, l’UNESCO in collaborazione con l’Università di Torino, sostenuta anche dal Comune di Torino hanno dato il via ad un Programma di Borse di Studio per la Pace ed i Diritti Umani in favore degli studenti provenienti da aree colpite da conflitti. Nel primo anno dalla sa istituzione, il 2006 – 2007, le borse di studio sono state attribuite a dieci studenti iracheni.

I ministri di nove Stati ad alta densità di popolazione si riuniscono in Messico per stimare i progressi del progetto Istruzione per Tutti
03-02-2006 - (Media Advisory N°2006-06)
Il sesto incontro ministeriale dell’E-9 sul progetto Istruzione per Tutti avrà luogo in Messico, dal 13 al 15 febbraio. Organizzato dall’UNESCO in cooperazione con il governo messicano, l’incontro avrà il compito di valutare i progressi registrati finora rispetto agli ambiziosi obiettivi preventivati riguardo a provvedere un’istruzione di alta qualità per tutti, partendo con nove tra gli Stati a più alta densità di popolazione del mondo.

Dichiarazione ufficiale del Direttore Generale sulla vignette con caricature religiose
02-02-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-05)
“Sono particolarmente sensibile all’emozione suscitata nel mondo musulmano dalla diffusione sulla stampa di caricature a carattere religioso.
L’UNESCO, sulla base del suo mandato, è chiamata a privilegiare il dialogo tra le culture e le civiltà e ricerca i mezzi per promuovere il rispetto e la comprensione reciproci. I media, vettori di analisi e di informazioni utili per una migliore comprensione del mondo, giocano in questo un ruolo di particolare importanza. Riflesso di opinioni diverse, possono essere uno strumento di dialogo. Il principio della libertà di espressione, anch’esso iscritto nel cuore del mandato della nostra Organizzazione, non potrebbe essere rimesso in discussione: esso è un pilastro della democrazia e noi dobbiamo vegliare, in tutto il mondo, perché sia rispettato e difeso.
Ancora, nel clima attuale, mi parrebbe importante vegliare perché sia mantenuto un dialogo sereno e illuminato tra comunità di cultura e religioni diverse.
Lancio dunque un appello alla ragione e invito ogni individuo a non permettere che si crei una situazione in cui si opporrebbero due principi, entrambi necessari alla dignità umana: la libertà di espressione e il rispetto delle convinzioni individuali, morali e religiose.”

Forum internazionale per delineare nuovamente il legame tra politiche pubbliche e scienze sociali
01-02-2006 - (Media Advisory N°2006-05)
Oltre un migliaio tra esperti di scienze sociali, regolatori e rappresentanti della società civile da circa 80 Stati rappresentanti le diverse regioni del mondo si incontreranno in Argentina, a Buenos Aires, Rosario e Cordoba, e in Uruguay a Montevideo, dal 20 al 24febbraio al fine di celebrare il primo Forum Internazionale Scienze Sociali – Policy Nexus. I Partecipanti esamineranno il contributo fornito dalla ricerca nel campo delle scienze sociali nel delineare e realizzare progetti innovativi per favorire lo sviluppo e per definire coerenti politiche pubbliche.

La terza Conferenza Mondiale sugli Oceani, le Coste e le Isole ammonisce la Comunità Internazionale circa gli scarsi obiettivi raggiunti.
30-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-08)
I progressi per migliorare la gestioni delle risorse negli oceani e sulle coste stanno avanzando troppo lentamente rispetto a quanto preventivato: ciò è quanto emerge dall’analisi di circa 400 esperti e regolatori in campo oceanografico provenienti da 78 Stati, riuniti per l’occasione dal 23 al 28 gennaio presso la sede principale dell’UNESCO per la terza Conferenza Mondiale sugli Oceani, le Coste e le Isole.

Il Direttore Generale condanna la morte del giornalista televisivo Mahmoud Za’al e incita la comunità irachena a salvaguardare l’ambiente lavorativo per gli addetti stampa
30-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-07)
Il Direttore Generale dell’UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha oggi condannato la morte di Mahmoud Za’al, giornalista per TV Baghdad che stava documentando il 23 gennaio scorso gli scontri nella città di Ramadi. Ha altresì richiamato l’attenzione sulla sicurezza per gli addetti stampa e per la diffusione delle informazioni.

Il Direttore Generale si indigna per l’uccisione di due giornalisti filippini Rolly Cañete e Graciano Aquino
27-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-06)
Il Direttore Genrale dell’UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha oggi condannato apertamente la barbara uccisione di due giornalisti filippini Rolly Cañete e Graciano Aquino avvenuta rispettivamente il 20 e il 21 gennaio scorso.

La Convenzione per la Tutela del Patrimonio Culturale Intangibile entrerà in vigore il 20 aprile prossimo
20-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-05)
Trenta Stati hanno sino ad oggi ratificato la Convenzione per la Tutela del Patrimonio Culturale Intangibile, adottata nell’ottobre 2003 da parte delle Conferenza Generale dell’UNESCO. Ciò comporta che la Convezione entrerà in vigore a partire dal 20 aprile 2006, ovverosia tre mesi dopo il deposito del trentesimo mezzo di ratifica. La Convenzione è stata al momento dai seguenti Stati: Algeria, Mauritius, Giappone, Gabon, Panama, Cina, Repubblica Centro-africana, Lettonia, Lituania, Bielorussia, Repubblica della Corea del Sud, Seychelles, Siria, Emirati Arabi Uniti, Mali, Mongolia, Croazia, Egitto, Oman, Dominica, India, Vietnam, Perù, Pakistan, Bhutan, Nigeria, Islanda, Messico, Senegal e Romania.

L’UNESCO sta mettendo a punto una strategia di cooperazione con l’Unione Africana
19-01-2006 - (Media Advisory N°2006-04)
La cultura e l’istruzione saranno gli argomenti topici nel dibattito sollevato dal sesto vertice dell’Union Africana che si terrà a Khartoum (Sudan) il 23 e 24 gennaio. L’UNESCO è stato attivamente coinvolto nella preparazione del vertice nel quale si presenteranno nuove iniziative in due aree che sono considerate fondamentali per lo sviluppo sostenibile.

Inaugurazione ed apertura del Centro Palestinense Femminile di Ricerca e Documentazione
18-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-04)
Il Centro Palestinese Femminile di Ricerca e Documentazione (PWRDC) è stato inaugurato oggi a Ramallah da Zahira Kamal, Ministro per la Questioni Femminili dell’Autorità Palestinese, e da Pierre Sané, vice- Direttore Generale dell’UNESCO per le Scienze Sociali ed Umane.

Secondo il Rapporto Scientifico dell’UNESCO per il 2005 la Cina sfida il dominio internazione nel campo della scienza ad ora detenuto da Stati Uniti, Europa e Giappone
18-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-03)
La notevole crescita di un piccolo gruppo di economie asiatiche emergenti, guidate dal recente sviluppo cinese, si sta confrontando ad armi pari con l’attuale leadership del Nord America, dell’Europa e del Giappone nel campo della ricerca e sviluppo, secondo fonti UNESCO. Il Rapporto Scientifico dell’UNESCO per l’anno 2005, infatti, scritto da un equipe di esperti indipendenti, analizza lo sviluppo della scienza e della tecnologia in tutto il mondo, con un’ampia gamma di dati sia quantitativi che qualitativi.

Il futuro dell’ecosistema marino esaminato dalla Conferenza Mondiale sugli Oceani, le Coste e le Isole
18-01-2006 - (Media Advisory N°2006-03)
Circa 350 esperti esamineranno l’attuale sviluppo dell’ecosistema marino e costiero del pianeta, che risulta altamente minacciato dall’indiscriminato progresso umano; il tutto è analizzato tenendo conto delle dirette implicazioni e conseguenze sulla vita umana: queste saranno le tematiche trattate dalla prossima Conferenza Mondiale su Oceani, Coste e Isole, presso la sede principale dell’UNESCO, dal 23 al 28 gennaio.

L’UNESCO e la Global Business Coalition sulla ricerca dell’HIV/AIDS ha siglato un accordo di collaborazione
16-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-02)
Il Direttore Generale dell’UNESCO, Koïchiro Matsuura, ed il Presidente della Global Business Coalition (GBC) sulla ricerca dell’HIV/AIDS, Richard Holbrooke, hanno oggi firmato un accordo per la mutua collaborazione per dar nuovo vigore alla generale mobilitazione contro l’ HIV/AIDS.

Il direttore Generale condanna l’uccisione del giornalista indiano Prahlad Goala nello stato dell’Assam
12-01-2006 - (Comunicato Stampa N°2006-01)
Il direttore Generale dell’UNESCO, Koïchiro Matsuura, ha oggi condannato k’uccisione del reporter indiano Prahlad Goala nel distretto del Golaghat in Assam (India del Nord), avvenuto il 6 gennaio.

Jane Goodall ha ricevuto la medaglia per il sessantesimo anniversario dell’UNESCO
10-01-2006 - (Media Advisory N°2006-02)
Il Direttore Generale dell’UNESCO, Koïchiro Matsuura, premierà Jane Goodall, l’esperta di primati inglese, con l’alta onorificenza della Medaglia per il sessantesimo anniversario dell’UNESCO; la premiazione avverrà il 17 gennaio nella sede principale dell’UNESCO, a Parigi. La medaglia è attribuita alla scienziata inglese in riconoscimento della sua continua dedizione nella tutela delle specie africane di scimmie in via di estinzione.

Istituito il sistema di preallarme Tsunami per i Caraibi
05-01-2006 - (Media Advisory N°2006-01)
Il primo incontro del Gruppo Intergovernativo di Coordinamento (ICG) istituito per la creazione di un Sistema di Preallarme contro lo Tsunami e altri Pericoli Costieri nella zona dei carabi e nelle Regioni Adiacenti si terrà a Bridgetown nelle Barbados da 10 al 12 gennaio.

Archivio completo anno 2005